Chi è Nick Gordon? Cosa sapere sull'ex fidanzato della figlia di Whitney Houston, Bobbi Kristina Brown

Nick Gordon, l'ex fidanzato Whitney Houston unica figlia Bobbi Kristina Brown , è morto in Florida all'età di 30 anni. Anche se i dettagli della sua morte rimangono non confermati, dopo che le notizie della sua scomparsa hanno iniziato a emergere il giorno di Capodanno, molti hanno iniziato a chiedersi chi fosse esattamente Gordon.

Secondo i rapporti, Gordon è passato all'età di 30 anni di sospetta overdose di droga durante una celebrazione di Capodanno. La sua morte avvenne solo quattro anni dopo la morte di Brown e sette anni dopo la morte di sua madre, Houston.

'Siamo devastati dalla perdita del mio bellissimo fratello' la notizia della sua morte è stata confermata da suo fratello , Jack Walker Jr., in una dichiarazione a PERSONE . 'Lascia un vuoto nei cuori della mia famiglia e dei suoi amici. La battaglia di Nick nella vita non è stata facile. Sarò per sempre grato che il mio Dio abbia concesso un piccolo momento alla fine della vita di Nick, e sono stato in grado di tenere la sua mano mentre camminava. '



Continua a scorrere per vedere ulteriori informazioni su Gordon.

Ha vissuto con Whitney Houston

Secondo HollywoodLife , molto prima che entrasse in una relazione romantica con Brown, Gordon aveva vissuto con Houston, che si riferiva a lui come il suo 'figlio adottivo', nonostante non avesse mai presentato documenti legali per diventare sua custode. Secondo quanto riferito, Gordon si era trasferito a Houston all'età di 12 anni dopo che sua madre lo aveva abbandonato, e nelle interviste ha affermato che 'mi ha trattato come se avesse partorito'.

Gordon faceva così tanto parte della famiglia che non solo ottenne più tatuaggi in onore di Houston, che morì nel 2012, ma apparve anche nella serie di realtà della famiglia Lifetime, Gli Houston: da soli , CheatSheet rapporti.

Era fidanzato con Brown

Dopo la morte di Houston all'età di 48 anni, la relazione tra Gordon e Brown divenne romantica in natura. Nell'ottobre 2012, la coppia si è fidanzata, anche se si diceva che la loro relazione fosse controversa e alcuni membri della famiglia non approvavano. Affrontando il controverso accoppiamento, principalmente a causa dell'errata convinzione che fossero fratelli adottivi, Brown ha difeso la relazione.

'Lasciami chiarire qualcosa, non siamo nemmeno veri fratelli e sorelle, né è mio fratello adottivo. Mia madre non l'ha mai adottato ', ha detto. 'In effetti, è stata la mamma a dire che sapeva che avremmo iniziato a frequentarci. Mia mamma mi conosce meglio di tutti voi.

Fu trovato 'legalmente responsabile' della morte di Brown

Dopo che Brown fu ritrovato incosciente in una vasca di Atlanta nel gennaio 2015 all'età di 22 anni, Gordon fu trovata 'legalmente responsabile' della sua morte anni dopo. Brown morì nel luglio dello stesso anno dopo essere stata in coma per sei mesi e un medico legale decise che era morta a causa dell'immersione in acqua e dell'intossicazione da droghe.

Sebbene Gordon abbia in gran parte negato qualsiasi illecito durante la sua morte, una causa intentata nel 2015 sosteneva di aver dato a Brown un 'cocktail tossico'. Una causa modificata ha affermato che è tornato a casa il 31 gennaio dopo 'essere stato fuori tutta la notte con una cocaina e bevendo abbuffate', secondo WSB-TV .

Dopo non essere comparso in tribunale, è stato fondato legalmente responsabile della morte di Brown nel 2016.

'Il giudice della corte superiore della contea di Fulton, T. Jackson Bedford, ha dichiarato oggi che Nick Gordon è legalmente responsabile della morte di Bobbi Kristina Brown dopo che l'imputato non è comparso in tribunale', la corte della contea di Atlanta Fulton ha confermato la sua condanna a Settimanale degli Stati Uniti .

Ha avuto altri insulti con la legge

La causa del 2015 non è stata l'unica a Gordon con la legge. Secondo un rapporto della polizia di marzo 2018, l'ex fidanzata di Gordon, Laura Leal, lo ha accusato di violenza domestica. All'epoca, Leal sosteneva che Gordon l'aveva colpita in faccia e aveva minacciato che l'avrebbe fatta 'demolire' la sua macchina. Il caso si interruppe bruscamente quando Leal in seguito ritrattò le sue dichiarazioni .

Gordon si era anche scontrato con la legge nel 2017 quando nel giugno di quell'anno fu arrestato per batteria domestica.

Ha lavorato come paesaggista e recentemente si è trasferito a Orlando

Dopo essere entrato in riabilitazione nel marzo 2015 per il trattamento dell'abuso di droghe, l'avvocato di Gordon, Joe Habachay, ha confermato in una dichiarazione a Noi settimanali che Gordon era 'attualmente impiegato come paesaggista' a Orlando, in Florida.

'Nick ha continuato a perseguire la sobrietà e trascorre la maggior parte del tempo con la famiglia e l'allenamento', ha aggiunto Habachay.

Secondo un rapporto del Mail giornaliera , Gordon viveva con gli amici.

La sua morte

La morte di Gordon è stata confermata per la prima volta in un post su Facebook di suo fratello Walker Jr., che ha scritto 'Dio perché ho dovuto perdere mio fratello a Capodanno. Tutto quello che posso fare è piangere '.

Sebbene i dettagli non siano stati confermati, è stato riferito che il 30enne è deceduto per sospetta overdose di droga durante una festa di Capodanno . Secondo quanto riferito, è stato portato d'urgenza in ospedale, dove si dice che abbia subito una serie di attacchi di cuore. I medici non furono in grado di rianimarlo.

'Sono i primi giorni ma il suggerimento è che stava prendendo droghe con gli amici ed è svenuto. Lo portarono in ospedale, lo portarono dentro e poi lo lasciarono lì ', ha detto una fonte Mail giornaliera . 'Qualunque cosa tu pensi di Nick e del suo stile di vita, è terribilmente triste che i suoi presunti amici lo abbiano appena scaricato e se ne siano andati.'

Uno dei suoi ultimi post su Instagram era una sua foto con Houston e Brown

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @nickdgordon l'11 febbraio 2017 alle 8:45 PST

In uno dei suoi ultimi post sui social media, condiviso nel febbraio del 2017, Gordon ha condiviso una sua foto con Houston e Brown riflettendo sui loro tragici passaggi.