Telescopio: una domanda per la TV

Che il marito dell'aggressore abbia registrato l'incidente su CCTV e abbia permesso che fosse condiviso con il mondo intero tramite Internet e la televisione, forse merita un'analisi sociologica.

Il martedì mattina è iniziato con Rohit Sharma che ha suonato dei deliziosi quattro e sei (Star Sports), che hanno sicuramente aiutato la colazione a scendere nel modo più delizioso (grazie, Mary Poppins). Ma poi i canali di notizie ti hanno fatto venir voglia di vomitare la frittata che avevi divorato, con ripetute riprese di un video in cui una donna sta letteralmente picchiando e spremendo la vita a sua suocera. Che il marito dell'aggressore abbia registrato l'incidente su CCTV e abbia permesso che fosse condiviso con il mondo intero tramite Internet e la televisione, forse merita un'analisi sociologica.

Ma certamente come testimonianza visiva della brutalità umana e del mondo della violenza domestica, le parole non avrebbero mai potuto renderle più giustizia, o dirle meglio. Le mattine come il martedì ti fanno apprezzare il potere di ciò che vedi.
Ti fa anche meravigliare del modo in cui i serial televisivi indiani - o almeno hindi - girano in punta di piedi intorno al terreno familiare, lo dipingono con colori vivaci (accecantemente brillanti) e lo lasciano agli spettacoli polizieschi (la serie Savdhaan, Crime Patrol, ecc. ) per rivelare il lato più squallido del parivar indù.

Un serial come Gangaa (& TV) può mostrare gli orrori della vedovanza infantile e Udaan (Colors) del lavoro minorile, ma c'è ben poco in termini di fiction televisiva che non sia pesantemente vestita o incrostata di trucco per nascondere il verruche. I problemi affrontati dai serial televisivi sono così troppo drammatizzati da essere quasi completamente oscurati dal melodramma.



Perché tutto e tutti devono essere addobbati per una Ramlila perpetua? È ambizioso, ci viene detto, per una generazione più giovane in città diverse dalle metropolitane. Forse, ma di conseguenza, sono irreali in un modo in cui i serial polizieschi sono austeri nel loro realismo. Ciò rende quest'ultimo molto più guardabile, interessante e rilevante rispetto ai saponi quotidiani che in realtà non si sono evoluti dal saas-bahu di Ekta Kapoor. L'eccezione è il canale Epic. Cerca e riesce a offrire spettacoli che siano divertenti e osiamo dirlo, informativi. Oltre alle storie di Rabindranath Tagore, c'è lo storico Siyasat, che è davvero un dramma in costume ma più trama che costume e strettamente intrecciato. Dariba Diaries è un serial poliziesco ambientato nella Delhi del XIX secolo. Bello, diverso.

Il canale ha anche un buon programma di spettacoli di saggistica, un'area completamente ignorata dai nostri canali di intrattenimento che trasmettono solo soap, talent show e reality show, anche se ciò che è esattamente reale su Bigg Boss (Colori), dove un gruppo di persone che non si conoscevano (bene) devono condividere tutto tranne i loro corpi con quasi estranei per oltre due mesi? Cosa potrebbe esserci di più innaturale, in effetti? Mid-Wicket Tales di Epic con Naseeruddin Shah ti porta in un viaggio verso il campo da cricket, Devlok con Devdutt Pattnaik ti lancia la mitologia indù mentre Khwabon Ka Safar con Mahesh Bhatt riavvolge la creazione del Bollywood
studi. Tutto altamente guardabile.

Ci dice semplicemente che se i canali televisivi e i produttori di Mumbai lo desiderano, possono fare meglio di loro. Perché loro
non voglio, diciamo, produrre un desi Downton Abbey (che si è purtroppo concluso) - fatto su misura per l'India, non credi - è un completo mistero. A proposito, sapevi che ci sono almeno 10 canali che si dedicano a fornire agli spettatori la mitologia, la spiritualità, i discorsi e il tocco di guarigione indù? Per non parlare di Nirmal Baba che appare in programmi pubblicitari/sponsorizzati sui canali di notizie. Questo è a dir poco bizzarro.

Invece di tagliare baci brevi in ​​film come Spectre, rimuovere la dea Kali da Angry Indian Goddesses, eliminare parole di quattro lettere, cinque lettere e sei lettere dai film inglesi in modo che siano inguardabili, perché il consiglio di censura non ci libera? di tali programmi? Non promuovono la superstizione?