Le elezioni parlamentari dello Sri Lanka terranno lezioni per la Commissione elettorale indiana in vista dei sondaggi in Bihar

Finora, la Corea del Sud è stata il modello. Lo Sri Lanka può fornire qualche spunto in più.

I sostenitori del principale leader del partito di opposizione dello Sri Lanka, Sajith Premadasa, si riuniscono per una campagna elettorale a Colombo, Sri Lanka, domenica. (AP)

Dopo aver contenuto con successo la diffusione di COVID-19, lo Sri Lanka terrà le elezioni parlamentari il 5 agosto. Le elezioni si terranno per 196 seggi legislativi, insieme a 29 seggi che sono distribuiti proporzionalmente tra i partiti politici in base alla loro quota di voto nazionale .

In linea con il 19° emendamento della costituzione del paese, che imponeva il completamento di un periodo minimo di quattro anni e mezzo della legislatura per evitare scioglimenti arbitrari da parte del presidente, il presidente Gotabaya Rajapaksa ha sciolto il parlamento e ha indetto elezioni generali come non appena questo periodo di tempo è stato completato. I partiti di opposizione e la società civile hanno presentato diverse petizioni alla corte suprema contro la sua decisione. La Corte ha respinto le petizioni e le elezioni erano programmate per il 25 aprile. Ma la pandemia ha costretto la Commissione elettorale dello Sri Lanka a rinviare le elezioni al 20 giugno, due settimane dopo il completamento di tre mesi, termine previsto dall'articolo 70 (5) della costituzione, che prevede che il parlamento neoeletto si riunisca entro tre mesi dalla proclamazione dello scioglimento da parte del presidente. Nonostante le proteste contro la sospetta crisi costituzionale, la CE, considerando i rischi per la salute che comporta la pandemia, ha rinviato le elezioni al 5 agosto.

Per evitare che le imminenti elezioni diventino un rischio per la salute pubblica, la CE ha tenuto elezioni finte. Inoltre, il governo dello Sri Lanka ha emanato linee guida sanitarie che includono la limitazione del numero di persone impegnate nella campagna porta a porta a cinque persone. Solo 300 partecipanti possono partecipare alle riunioni, che possono essere aumentate a 500 se partecipa un leader del partito. Tutti i partecipanti devono mantenere la distanza di un metro e utilizzare con giudizio disinfettanti per le mani, mascherine e guanti. Si tratta, però, di una versione annacquata delle linee guida suggerite dal Ministero della Salute. Le linee guida del Ministero della Salute hanno anche chiesto un numero minimo di persone nei seggi elettorali con punti di ingresso e uscita separati, fornendo kit di DPI agli ufficiali elettorali nelle cabine elettorali nei centri di quarantena e consentendo agli elettori con la febbre di visitare i seggi elettorali verso la fine del voto processi.



Sebbene la CE sia sempre più cauta nei confronti della situazione pandemica in corso nel paese, ha scelto di non estendere la fornitura del voto per corrispondenza alle sezioni vulnerabili al COVID-19. Come le elezioni precedenti, il voto per corrispondenza è stato limitato ai funzionari pubblici assegnati al compito elettorale. Ciò è contrario alla pratica di diversi paesi che tengono elezioni durante la pandemia. Anche l'India, che ha offerto la prestazione solo alle forze armate e agli anziani di età superiore agli 80 anni, ha consentito alle persone infette da COVID-19 o in quarantena domiciliare di avvalersi di questa opzione nelle elezioni del Bihar.

La fornitura di un voto per corrispondenza garantisce un minore affollamento nei seggi elettorali, il che a sua volta riduce il rischio che gli elettori e il personale elettorale contraggono il virus. Inoltre, garantirebbe la massima partecipazione ai sondaggi. Ad esempio, la Corea del Sud, con l'aiuto del voto per corrispondenza e dei tempi di votazione sparsi, ha registrato la sua più alta affluenza alle urne del 66,2 per cento in 28 anni nelle sue recenti elezioni nazionali. Allo stesso modo, la Polonia ha offerto la possibilità di votare di persona e per corrispondenza alle elezioni presidenziali e ha assistito a un'affluenza alle urne record (64,5%) al primo turno dal 1995.

Oltre al controllo della folla nei seggi elettorali, la CE dello Sri Lanka deve affrontare diversi problemi di attuazione. Con la pandemia, la campagna si è spostata sulle piattaforme online. Sebbene sia un'opzione più sicura, gli organi di gestione delle elezioni di tutto il mondo hanno costantemente lottato per contenere le notizie false, l'incitamento all'odio e le pubblicità politiche mirate sulle piattaforme online. Per lo Sri Lanka, in particolare, l'assenza di leggi sul finanziamento delle campagne aggraverebbe ulteriormente il problema. Inoltre, a causa del contatto limitato con gli elettori, è probabile che i partiti politici utilizzino le loro affiliazioni ai media privati ​​per diffondere notizie tendenziose senza alcuna inibizione a causa dell'incapacità della CE di monitorare lo spazio online.

La CE dovrebbe anche tenere sotto controllo le sue spese. Non è un segreto che ogni organo di gestione elettorale sia messo in difficoltà finanziariamente, il che sarebbe ulteriormente aggravato dalle responsabilità aggiuntive di immagazzinare attrezzature di sicurezza e aumentare il personale e i centri elettorali. Lo Sri Lanka attende un'imminente recessione. Con i fondi limitati a sua disposizione, la CE deve condurre un'elezione infallibile.

Per aver gestito con successo la pandemia di COVID-19, il primo ministro in carica, Mahinda Rajapaksa, ha maggiori possibilità nelle elezioni parlamentari. Una maggioranza in parlamento aiuterà il presidente Gotabaya a far approvare un emendamento costituzionale per rafforzare i suoi poteri. L'impegno dei fratelli per la salute pubblica è stato evidente quando il loro partito, lo Sri Lanka Podujana Peramuna, ha annullato le loro campagne, citando l'improvviso aumento del numero di pazienti COVID-19. La decisione ha guadagnato loro alcuni punti brownie con gli elettori.

L'esito del sondaggio, sullo sfondo delle tensioni tra India e Cina, sarà seguito da vicino a Nuova Delhi. Durante il mandato presidenziale di Mahinda Rajapaksa, lo Sri Lanka si era avvicinato alla Cina. Ora, sotto il presidente Gotabaya Rajapaksa, Colombo sta ripensando al progetto East Container Terminal poiché l'India ha mantenuto in sospeso la richiesta dello Sri Lanka sul congelamento del debito. Con la Cina che aumenta la sua presenza nel vicinato, l'India vorrebbe rinunciare al suo atteggiamento impopolare da grande fratello maschile e promuovere la sua posizione di gentile aiuto allo Sri Lanka.

Alla fine, le elezioni in Sri Lanka sarebbero di particolare interesse per la Commissione elettorale indiana, che si sta preparando per i sondaggi dell'Assemblea del Bihar e sta traendo lezioni dai paesi che hanno condotto le elezioni durante la pandemia. Finora, la Corea del Sud è stata il modello. Lo Sri Lanka può fornire qualche spunto in più.

Quraishi è un ex commissario elettorale capo dell'India e l'autore di An Undocumented Wonder - The Making of the Great Indian Election