Il creatore di 'Sons of Anarchy' Kurt Sutter conferma i legami biblici con la fine dello spettacolo

Nonostante Figli dell'anarchia è andato in onda nel 2014, showrunner Kurt Sutter ha indulgere i fan con sessioni di domande e risposte estese sui social media mentre è in quarantena. L'ultima domanda è arrivata da uno spettatore che ha chiesto a Sutter se i momenti di chiusura dello show, che presentavano il suicidio di Jax Teller (Charlie Hunnam), fosse 'un promemoria biblico'. Sutter, ovviamente, ha pubblicato la sua risposta su Twitter martedì, insieme al suo solito senso dell'umorismo.

'Promemoria? Braccia tese mentre il figlio muore, spine, pane, sangue ... 'scrisse Sutter. 'Se ti colpissi ancora di più con il simbolismo cristiano, il Vaticano mi avrebbe citato in giudizio per violazione del copyright.' La scena in questione presentava Jax in sella alla sua moto e stava guidando su un camion in arrivo. Mentre Jax si era avvicinato al presidente del club durante le sette stagioni dello show, alla fine non fu in grado di soddisfare i desideri di suo padre, John Teller, membro fondatore dei Sons.

Sutter aveva precedentemente rivelato sui social media il motivo per cui ha deciso che Jax si tolga la vita nel finale della serie. 'Penso che molte cose siano state prese in considerazione in quella fatidica decisione', ha spiegato Sutter. 'Tara, Gemma, suo padre, il club ... Ma soprattutto si trattava di porre fine al lignaggio di Teller associato alla vita fuorilegge. Il caos doveva finire con lui. Non voleva che i suoi figli seguissero il suo cammino.

In uno dei più rivelazioni di cui parlavo , Sutter ha anche spiegato che aveva pianificato di realizzare diversi spettacoli che avrebbero fatto parte del più grande universo di Sons. Mentre la serie spinoff, Maya M.C ., è attualmente in onda su FX, c'erano in programma due serie aggiuntive, tra cui una che avrebbe incentrato sul destino dei figli di Jax .