L'errore del Pakistan nel 1999

Nel periodo precedente la guerra di Kargil, l'idea dell'establishment pachistano della posizione del suo esercito sulla LoC era errata

LIl generale Pervez Musharraf era il capo dell'esercito pakistano durante la guerra. (foto d'archivio express)

Scritto da Azad Singh Rathore

Sono passati 22 anni dalla guerra di Kargil e dal successo dell'operazione Vijay dell'esercito indiano. Questo è stato il quarto tentativo militare fallito del Pakistan dopo l'indipendenza contro l'India. Ma quali erano le sue motivazioni? Perché i generali pakistani volevano mettere a repentaglio la pace tra due vicini? Perché hanno pianificato l'operazione Koh-e-Paima (Op KP), una disavventura nell'attraversare il LOC?

Dopo la guerra, in un'intervista, l'ex primo ministro del Pakistan, Benazir Bhutto, ha ammesso che anche a lei era stato presentato un piano simile a quello di Kargil. Il generale Pervez Musharraf faceva parte di questa squadra che ha presentato il piano. La Bhutto ha detto di aver rifiutato immediatamente, anticipando le possibili conseguenze di tale disavventura. Tuttavia, più tardi nel regime di Nawaz Sharif, Musharraf come capo dell'esercito ha avuto l'opportunità di eseguire il piano nel 1999.



I presupposti del Pakistan nell'aggressione del settore di Kargil erano: in primo luogo, la sua capacità nucleare avrebbe impedito qualsiasi mossa indiana significativa, in particolare attraverso il confine internazionale che implicasse l'uso delle più ampie capacità convenzionali dell'India. In secondo luogo, la comunità internazionale sarebbe intervenuta in una fase iniziale, lasciando il Pakistan in possesso di almeno alcuni guadagni in tutto il LOC. Terzo, la Cina adotterebbe una posizione favorevole dalla sua parte e l'esercito indiano non raccoglierebbe forze adeguate con l'addestramento e l'acclimatazione ad alta quota.

Il piano iniziale dell'esercito pakistano era quello di catturare il maggior numero possibile di postazioni sulle alture del LOC liberate dall'esercito indiano a causa degli inverni nevosi.

Volevano essere in una posizione negoziale migliore per negoziare su Siachen catturando un pezzo di terra indiana e cercare il sostegno internazionale per l'obiettivo del Pakistan sulla questione del Kashmir. Progettava di bloccare l'autostrada nazionale strategica 1A in modo che l'esercito pakistano potesse facilmente tagliare il resto dell'India dalle parti settentrionali del Kashmir e interrompere rifornimenti e rinforzi alle truppe indiane a Siachen. Il piano per modificare lo status di LOC è stato guidato dal desiderio di dare impulso all'insurrezione nella valle del Kashmir e in altre parti della regione.

Il piano Kargil è nato da un'idea di un gruppo, noto come la banda dei quattro dell'esercito pakistano, composto da quattro generali: il capo dell'esercito generale Pervez Musharraf, il capo di stato maggiore generale, il tenente generale Aziz Khan, il comandante del corpo X, il tenente generale Mahmud Ahmad e il Maj General Javed Hasan, comandante del Force Command Northern Areas (FCNA). I capi della Marina e dell'Aeronautica sono stati tenuti disinformati a livello di pianificazione. Mentre l'esecuzione è iniziata all'inizio di novembre 1998, l'argomento è stato discusso molto casualmente con il primo ministro Nawaz Sharif. Musharraf ha presentato un piano secondo il quale il loro movimento in Kashmir richiedeva il sostegno dell'esercito e c'era la necessità di spingere più mujaheddin in Kashmir. Ha anche informato che il Pakistan aveva bisogno di stabilire alcune basi solide, ma non ha menzionato l'attraversamento della LOC per sostenere l'ingresso dei mujaheddin nella Valle e fornire loro supporto logistico.

Progettando un'intrusione nel territorio indiano, Musharraf ha disonorato il vertice di Lahore e ha tradito la sua leadership politica. L'esercito pakistano non ha mai accettato i cadaveri di molti dei suoi soldati. Più avanti nel suo libro, Musharraf ha ammesso che sono morti circa 350 soldati. Anche Nawaz Sharif ha ammesso di essere morto.

Sharif ha sempre affermato di essere stato del tutto disinformato sulle intenzioni di Musharraf e sui suoi piani per Kargil. Tuttavia, sembra che fosse a conoscenza dei piani anche se non prevedeva le amare conseguenze. Quindi, la domanda più rilevante è perché ha approvato il piano?

Sembra che l'allora primo ministro pakistano fosse male informato sulle forze relative dei due eserciti in LOC. Sharif era sicuro che i suoi uomini avrebbero preso Kargil e poi Siachen. L'operazione di Kargil si è rivelata il più grande errore del Pakistan dopo la guerra del 1971.

Rathore è un analista della difesa e della politica estera e autore di Kargil The Heights of Bravery