'Legge e ordine: SVU rivela inquietante svolta di Benson dopo un'indagine sull'assalto dell'avvocato

Legge e ordine: SVU indagò sullo stupro di un avvocato che stava lavorando a un caso contro il NYPD, ma la risoluzione portò a una strana rivelazione sul futuro della carriera di Olivia Benson.

'Blackout' è seguito da Benson (Mariska Hargitay) e il suo team ha indagato sul misterioso assalto sessuale del noto avvocato difensore Nikki Staines (Callie Thorne), che stava mettendo insieme un 50 milioni di dollari contro il dipartimento di polizia di New York prima che fosse violentata.

L'episodio ha anche presentato il celebre avvocato Rob Miller (Titus Welliver), che sembrava interessarsi a Benson durante una festa ospitata dal dipartimento di polizia, dove si presume che lo stupro abbia luogo.



Dopo che l'unità ha il compito di indagare sul crimine, Nikki sembra difensiva contro la polizia e rivela che il suo telefono è scomparso dopo l'attacco. Credeva anche di essere stata drogata prima di essere attaccata e che un membro del dipartimento di polizia avrebbe potuto essere responsabile.

'Sono stato minacciato personalmente da sbirri dozzine di volte e ora sono stato aggredito dopo una festa di polizia, quindi perché non li metti in discussione?' Nikki racconta l'unità in un momento di tensione durante l'episodio .

Carisi (Peter Scanavino) sembra riluttante a indagare sul caso, o ad esaminare il NYPD sul caso dato il caso dell'avvocato contro il dipartimento. Tuttavia, Benson gli dice che non ha importanza dopo l'attacco dell'avvocato e che devono esaminare la polizia coinvolta nel suo caso.

Benson deve presentare la sua causa al vicedirettore Dodds (Peter Gallagher) per chiamare in giudizio gli ufficiali coinvolti nel suo caso, ma non è d'accordo con la sua 'spedizione di pesca' e la indica verso Miller. Benson parla a Miller della sua esperienza in tribunale con Nikki e afferma che la sua collega tende a mentire quando combatte i suoi casi. La loro conversazione prende una svolta quando Miller chiede a Benson di uscire per un drink, che lei accetta provvisoriamente.

Di ritorno in ufficio, Rollins (Kelli Giddish) inizia a sospettare lo stesso Miller, opponendosi al consiglio del caso NYPD di Nikki e mette in discussione le sue motivazioni. Va in un bar e intervista un ex associato di Miller, e ammette che Miller lo ha inserito nella lista nera dalla legge dopo averlo sorpreso a cercare lavoro in un'altra ditta.

Rollins quindi va a casa di Nikki e chiede della sua relazione con Miller. L'avvocato è scioccato dalla campagna diffamatoria del suo partner contro di lei e scopre che Miller ha ottenuto informazioni privilegiate da un giudice in merito a un altro dei suoi casi. La rivelazione porta il team a scoprire una vasta storia di corruzione portata da Miller, che avrebbe dovuto frenare la bevanda di Olivia, a parte il fatto che lo sospettava già ed è l'unica ragione per cui ha detto di sì.

La data delle bevande finisce per essere una partita sparring tra l'avvocato e Benson, quando Miller afferma di aver avuto un incontro 'consensuale' con Nikki la notte dell'incidente e di lasciarla andare dopo che lei ha insistito per tornare a casa. Benson lo chiama sulle sue bugie ma Miller non sembra intimidito.

Quando Rollins viene a raccontare a Nikki della rivelazione di Miller, l'avvocato respinge le sue accuse. Rollins chiede se qualcuno l'ha presa ma Nikki sembra impaurita e le dice di lasciar perdere .

Dopo aver raccolto suo figlio, Benson viene fermato dalla polizia e maltrattato dall'ufficiale. Il giorno successivo, si confronta con Dodds sugli eventi della sera prima e lo accusa di essere anche sotto l'influenza di Miller. Dodds le dice che se inseguono il potente avvocato, è meglio che abbiano un caso solido, altrimenti saranno tutti distrutti.

Dodds quindi incontra Miller e lo avverte delle intenzioni di Benson, cercando di convincerlo ad ammettere di avere il telefono di Nikki. All'inizio ci balla intorno, ma poi ammette di aver trovato il telefono nella sua limousine, e in seguito insinua che potrebbe fare qualcosa a Nikki per impedire al caso di andare avanti.

Miller sospetta che Dodds stia indossando un filo metallico e minaccia di rilasciare un promemoria dannoso per mantenere il capo in silenzio, ma Benson e Carisi escono e arrestano Miller per aver aggredito Nikki e pianificando di sbarazzarsi di lei. Mentre rimane convinto che uscirà di prigione tra un'ora, Benson gli dice che nessuno dei suoi amici lo proteggerà ora che è caduto in disgrazia.

L'inchiesta porta un'ultima bomba dopo che Benson chiede a Dodds il promemoria e le promette di procurarsene una copia. Mentre il contenuto della nota non viene rivelato, Benson chiede a Fin (Ice-T) se ne fosse a conoscenza e se dovesse preoccuparsi del suo lavoro. Ammette di conoscere il memo e che è successo quando il figlio di Benson è stato rapito, ma è sempre stato nel suo angolo e questo non cambierà mai.