In che modo l'ESI può rafforzare le infrastrutture sanitarie

Ha riserve di Rs 91.447 crore. Questo dovrebbe essere usato per fortificare l'infrastruttura sanitaria del paese

sanità, sanità in India, strutture sanitarie in India, ESI, Employee State Insurance, Employee State Insurance Act 1948, Express Opinion, Indian ExpressL'India può avvalersi di migliori strutture sanitarie concentrandosi e migliorando l'infrastruttura dell'assicurazione statale per i dipendenti (ESI).

(Scritto da Amartya Dey)

L'assistenza sanitaria è una priorità assoluta per gli elettori di tutto il mondo, compresa l'India. I governi successivi in ​​India hanno cercato di rafforzare l'infrastruttura sanitaria, ma resta ancora molto da fare. Mentre alcuni potrebbero raccomandare di rinnovare l'intera struttura, l'India può avvalersi di migliori strutture sanitarie concentrandosi e migliorando l'infrastruttura dell'assicurazione statale per i dipendenti (ESI).

Un'importante legislazione sul welfare, l'Employee State Insurance Act 1948, è stata promulgata per garantire la sicurezza sociale e l'assicurazione sanitaria per i lavoratori in India. L'ESI garantisce indennità mediche, indennità di malattia, indennità di maternità, indennità di invalidità, indennità per persone a carico, spese funerarie e indennità di riabilitazione per tutti i dipendenti e i lavoratori a contratto che guadagnano Rs 21.000 o meno di salario al mese. Si prende cura non solo dei dipendenti ma anche dei loro familiari a carico.



Mentre ci sono lacune nel modo in cui viene attuato lo schema, i recenti cambiamenti positivi introdotti dal governo danno speranza a più di 13 crore beneficiari coperti dalla legge.

Per aumentare il numero di beneficiari e la forza lavoro formale del paese, il 22 dicembre 2016, il Ministero del Lavoro e dell'Occupazione ha notificato che il limite salariale della copertura sarebbe aumentato da Rs 16.000 a Rs 21.000 al mese con effetto dal 1 gennaio 2017. Ciò significa che in precedenza, i dipendenti che guadagnavano, ad esempio, Rs 17.000 al mese non erano coperti dalla legge, ma ora qualsiasi dipendente o lavoratore a contratto che guadagna salari di Rs 21.000 al mese o meno è idoneo. L'inclusione di più beneficiari in questo schema è migliore per l'intera società.

Successivamente, per ridurre l'onere dei datori di lavoro e aumentare lo stipendio da portare a casa dei dipendenti, l'aliquota contributiva complessiva è stata ridotta dal 6,5 per cento al 4 per cento. Il contributo del datore di lavoro è stato ridotto dal 4,75% al ​​3,25%, mentre il contributo del lavoratore è stato ridotto dall'1,75% allo 0,75%. Ciò ha messo più soldi nelle mani del dipendente e persino di India Inc. Mentre la riduzione aveva senso per molti perché il reddito dell'ESIC supera di gran lunga le sue spese, i sindacati hanno condannato la mossa affermando che la riduzione ha beneficiato maggiormente i datori di lavoro e può creare difficoltà da parte della Employee State Insurance Corporation (ESIC) a servire il numero crescente di beneficiari.

Il governo ha compiuto un altro passo verso l'inclusione quando ha deciso di aumentare il limite di reddito dei genitori a carico di una persona assicurata coperta dal programma ESI dagli attuali 5.000 rupie al mese da tutte le fonti a 9.000 rupie al mese. Ciò porterebbe i genitori a carico di più iscritti nell'ambito dell'ESI.

Inoltre, nel 2019, per migliorare la fornitura di servizi medici negli stati, l'ESIC ha deciso di sostenere l'intero costo dell'attuazione del regime. In precedenza, 1/8 del costo era a carico degli stati, mentre l'ESIC sosteneva il resto. La semplificazione della parte finanziaria avrebbe un impatto positivo sulla qualità dei servizi forniti, riducendo la burocrazia e aumentando la responsabilità complessiva dell'ESIC.

L'incantesimo dei cambiamenti positivi nell'universo ESIC non si è fermato qui. Nell'attuale scenario COVID, le nostre risorse si stanno esaurendo, soprattutto nel settore sanitario. Per vincere le sfide, il ministro delle finanze Nirmala Sitharaman, nel mese di maggio, ha fatto ulteriori annunci che avrebbero aiutato ad estendere la copertura dell'ESI a un numero maggiore di persone.

In primo luogo, per aumentare la copertura, le strutture ESI sarebbero disponibili anche per quelle imprese che impiegano meno di 10 persone. Mentre per la maggior parte delle aziende sarebbe volontario, per le aziende dei settori pericolosi sarebbe obbligatorio. In precedenza, le aziende con 10 o più persone potevano avvalersi solo di questa struttura.

In secondo luogo, dopo le necessarie modifiche alla legge, la copertura dell'ESI sarebbe estesa a tutte le aree. Attualmente, la copertura ESI è limitata alle sole aree notificate. Ciò significa che la copertura ESI è riservata ai soli dipendenti che operano nelle aree notificate e non a coloro che lavorano nella stessa organizzazione ma distaccati in un'area non notificata. Ad esempio, un'organizzazione può allestire un magazzino in un'area remota per risparmiare sui costi immobiliari. Se quell'area, purtroppo, non viene notificata, i dipendenti di quell'organizzazione che lavorano in quel magazzino non sarebbero coperti dall'ESI anche se guadagnassero 21.000 Rs come salario mensile o meno. Questo cambiamento proposto promette di porre fine a questa irragionevole segregazione e fornire la struttura a più dipendenti e alle persone a loro carico.

È ora evidente che l'ESIC è un'organizzazione mirata al servizio di milioni di persone e che il governo sta aumentando consapevolmente il suo ambito di impatto. Ma sebbene negli ultimi tempi siano stati proposti e implementati molti cambiamenti positivi, si può fare molto di più e l'ESIC può essere un'organizzazione modello per i paesi di tutto il mondo.

Come accennato in precedenza, il reddito della Employee State Insurance Corporation (ESIC) supera di gran lunga le sue spese. Al 31 marzo 2019, i fondi di riserva ammontavano a un enorme crore di Rs 91.447. Questo è totalmente contrario a ciò che dovrebbe essere l'ethos o la filosofia di qualsiasi schema di governo. Invece di accumulare fondi in eccesso, quei fondi dovrebbero essere investiti in modo aggressivo per creare nuove infrastrutture mediche, aggiornare l'attuale infrastruttura medica e migliorare i servizi forniti al numero crescente di beneficiari. Se la copertura ESI dovesse essere estesa a tutta l'India, avremmo bisogno di almeno un dispensario ESI per distretto e diversi ospedali ESIC modello in ogni stato.

Ad esempio, nell'intero nord-est dell'India, ci sono solo dieci dispensari ESIC e un solo ospedale modello ESIC a Guwahati, Assam. Gli altri stati dell'India nordorientale meritano ospedali ESIC propri, mentre nell'Assam, da solo, dovrebbero essere costruiti altri cinque ospedali aggiuntivi per le sue cinque regioni: Upper Assam, Lower Assam, North Assam, Hills and Central Assam e Barak Valley. Ciò non solo aiuterebbe a rafforzare l'infrastruttura sanitaria dell'intera regione, ma anche a ridurre le molestie affrontate dai beneficiari per raggiungere l'ESIC Model Hospital di Guwahati dalle altre parti dell'India nordorientale. Da subito, per migliorare lo standard dei servizi, l'ESIC può migliorare le infrastrutture degli attuali dispensari e degli ospedali sul piede di guerra e garantire la disponibilità di più tipologie di farmaci nei dispensari.

ESIC ha anche legami con ospedali privati ​​per servizi di superspecialità. I beneficiari si avvalgono di questo vantaggio senza contanti. L'ESIC dovrebbe esaminare le opzioni per rafforzare i vincoli assicurando che i conti dell'ospedale privato siano saldati prontamente in modo che i beneficiari ESI possano continuare a ottenere un servizio senza problemi.

Infine, l'ESIC dovrebbe esaminare la questione della forza lavoro. Sebbene possiamo costruire il migliore degli ospedali, se non disponiamo di un numero adeguato di medici, infermieri e altro personale amministrativo qualificati, non saremmo in grado di ottenere l'impatto desiderato.

Per concludere, non c'è dubbio che l'ESIC sta servendo con successo milioni di abbonati e i loro familiari. Ma attualmente, le sue spese sono di gran lunga inferiori alle sue entrate, grazie alle quali è stato in grado di accumulare un'incredibile riserva di Rs 91.447 crore entro la fine dell'esercizio 2019. Questo denaro di riserva non dovrebbe essere utilizzato per nessun altro scopo se non quello di fortificare l'infrastruttura sanitaria del paese. Solo dopo che saranno stati costruiti più ospedali e dispensari e sarà stata reclutata più forza lavoro, possiamo pensare di estendere questa struttura a tutti i cittadini di questo paese costruendo un modello di sistema sanitario universale. Non abbiamo bisogno di reinventare la ruota e introdurre nuovi schemi. Abbiamo solo bisogno di garantire che gli attuali schemi siano ampliati e attuati al meglio delle loro promesse e potenzialità.

Lo scrittore è responsabile delle relazioni con i dipendenti, Oil India Limited