Quarant'anni fa: 16 giugno 1980: governo del presidente

Il Centro, ha detto, aveva avvertito il governo di Tripura dei problemi imminenti, ma le autorità statali non hanno prestato alcuna attenzione.

QuarantPrima pagina dell'Indian Express, quarant'anni fa.

La regola del presidente può essere imposta a Tripura se la situazione lo giustifica. Lo ha indicato il ministro dell'Interno dell'Unione, Yogendra Makwana, in una conferenza stampa a Delhi. Rispondendo alle domande, Makwana incolpò il governo di Tripura per i problemi in quello stato e accusò i comunisti di aver incitato i tribali ad attaccare i non tribali. Il Centro, ha detto, aveva avvertito il governo statale dei problemi imminenti, ma le autorità statali non hanno prestato alcuna attenzione. Makwana ha affermato che il nostro avvertimento si basava sui rapporti dell'intelligence e che se il governo dello stato avesse agito rapidamente, il genocidio a Tripura non avrebbe avuto luogo.

Indirizzo Vajpayee

Atal Bihari Vajpayee, presidente del Bharatiya Janata Party, ha affermato a Delhi che il carattere del partito del Congresso è completamente cambiato dopo le elezioni del 1980 e che sono saliti al potere elementi ignoranti del concetto di società; Vajpayee stava parlando alla prima conferenza del Delhi Pradesh Bharatiya Janata Party. Ha detto che non solo la nazione stava affrontando il pericolo della dittatura, ma anche quello di un governo inefficace.



Accordo nucleare britannico

La Gran Bretagna ha firmato in silenzio un accordo nucleare con la Cina che potrebbe far guadagnare al paese una fortuna commerciale multimilionaria e allo stesso tempo provocare un grave litigio con i russi sui pericoli della diffusione del know-how nucleare, secondo il Sunday Express. Il settimanale britannico diffuso in massa ha affermato che gli scienziati britannici sono stati strettamente coinvolti in uno studio di fattibilità per la prima centrale nucleare cinese che probabilmente sarà costruita nella provincia di Gurgaong. Il permesso agli scienziati di prendere parte al progetto è stato concesso all'inizio di maggio dal ministro dell'Energia del Regno Unito, David Howell.