25 dicembre 1977, quarant'anni fa: aerei israeliani

Ufficiali militari israeliani hanno detto a Tel Aviv che stavano mantenendo un'attenta sorveglianza sull'allerta degli eserciti arabi durante il periodo di vacanze teso in cui la festa sacrificale musulmana di Al Adha coincide con il Natale per la prima volta in tre decenni.

Ufficiali militari israeliani hanno detto a Tel Aviv che stavano mantenendo un'attenta sorveglianza sull'allerta degli eserciti arabi durante il periodo di vacanze teso in cui la festa sacrificale musulmana di Al Adha coincide con il Natale per la prima volta in tre decenni.

Israele ha inviato aerei da guerra e proiettili di artiglieria in Libano e, secondo quanto riferito, gli eserciti di Egitto, Siria e Libano erano in massima allerta per paura di attacchi israeliani su larga scala durante le festività musulmane e natalizie, riferisce l'UPI. Ufficiali militari israeliani hanno detto a Tel Aviv che stavano mantenendo un'attenta sorveglianza sull'allerta degli eserciti arabi durante il periodo di vacanze teso in cui la festa sacrificale musulmana di Al Adha coincide con il Natale per la prima volta in tre decenni. Giornalisti arabi nel sud del Libano hanno detto che l'artiglieria israeliana ha bombardato il villaggio di confine di Majidiyeh, uccidendo un pastore e un certo numero di bestiame. Non sono state segnalate altre vittime o danni.

Le dimissioni di Vajpayee

Il consiglio parlamentare di Jana Sangh ha fermamente respinto l'appello di Atal Bihari Vajpayee per le dimissioni dal parlamento. Il consiglio ha espresso apprezzamento per i fattori che hanno spinto Vajpayee a suggerire le sue dimissioni e la sua opinione che il governo fosse impegnato in un deliberato tentativo di denigrare il Parlamento. Allo stesso tempo, ha deciso che Vajpayee non può dimettersi. Vajpayee ha accettato la decisione del Consiglio parlamentare. L'appello a sorpresa di Vajpayee ha portato a un dibattito nella base di Jana Sangh. Il consiglio parlamentare ha ritenuto che il partito fosse unanime nel ritenere che Vajpayee dovesse continuare a guidare il partito in Parlamento.



Canada sulle esportazioni N

Secondo Donald Macdonald, ministro canadese per l'energia e le risorse, le spedizioni di materiale e materiale nucleare verso l'India rimarrebbero sospese. Il ministro stava rispondendo alle domande in una conferenza stampa dopo aver annunciato alla Camera dei Comuni misure più rigide sull'esportazione di materiale nucleare, attrezzature e tecnologia. Il Canada aveva sospeso gli aiuti nucleari all'India subito dopo l'esplosione di un ordigno nucleare nel deserto del Rajasthan il 18 maggio. Ha detto che il Canada sta negoziando l'esportazione delle sue risorse nucleari in sei paesi asiatici ed europei, ma sotto rigorose salvaguardie. I paesi sono Iran, Corea del Sud, Danimarca, Romania, Regno Unito e Italia.