Il personale presumibilmente 'forzato' di Claire per 'trattenere i bambini che fanno i piercing'

I negozi di Claire sono sotto tiro per aver presumibilmente costretto il personale a 'frenare' i bambini che stavano ottenendo piercing contro il loro volere.

Le accuse provengono da un ex dipendente di nome Raylene Marks che ha pubblicato una 'lettera aperta' per l'azienda Facebook , che sosteneva che avrebbe dovuto trafiggere le orecchie dei bambini che non avevano acconsentito.

Tuttavia, ho avuto un paio di piercing alla 'zona grigia'; i piercing dove i bambini hanno resistito pesantemente, sono stati sottoposti a pressioni e intimidazioni da parte dei genitori perché si sistemassero, e i bambini non erano contenti di ciò che era accaduto anche dopo che gli orecchini erano stati posizionati e il lecca lecca standard era stato dispensato ', ha detto Marks. 'Non mi sentivo bene con quelli, e ho iniziato a chiedermi a che punto il piercer e il genitore stanno effettivamente violando i confini personali di un bambino.'



Ha continuato a ricordare una situazione specifica in cui un bambino stava rifiutando con veemenza sua madre l'ha comunque messa sotto pressione .

'Questa bambina era articolata, intelligente e ben consapevole di se stessa e del suo corpo. Ha espresso che non voleva che la toccassimo, che fossimo troppo vicini, che si sentisse a disagio ', ha spiegato Marks. 'Ha chiarito che non voleva più farsi forare le orecchie. Implorò, ancora e ancora, che la mamma lo accontentasse, portandola a casa. Il messaggio di quel bambino era forte e chiaro per me: non toccare il mio corpo, non bucarmi le orecchie, non voglio essere qui.

A seguito di questa istanza, Marks ha parlato con il suo manager e afferma che le è stato detto direttamente che i dipendenti di Claire dovrebbero seguire con un piercing quando un genitore acconsente anche se il bambino che viene trafitto non lo fa.

'Ho tirato fuori lo scenario peggiore a cui potevo pensare', ha affermato. 'Volevo sapere fino a che punto dovevamo prendere questa politica di piercing ai bambini non consenzienti. 'Quindi se una madre sta trattenendo fisicamente sua figlia, tenendola premuta e dicendo:' FALLO ', mentre quella bambina piange e mi chiede di non farlo, faccio il piercing?' Il mio manager non ha esitato a rispondere, 'Sì, fai il piercing.' '

'Ho dato il mio avviso quel giorno', ha rivelato Marks. 'Ho potuto scegliere se affrontare azioni disciplinari (che alla fine porterebbero alla mia conclusione) la volta successiva che mi sono rifiutato di trafiggere le orecchie dei bambini che hanno ritirato il loro consenso o di andarmene alle mie condizioni. Ho scelto quest'ultimo. '

In un nuovo aggiornamento alla sua lettera aperta, Marks afferma che un 'rappresentante di Claire ha raggiunto' e l'ha informata che 'stava agendo in conformità con la politica 509'.