Costruire scuole più inclusive e accoglienti per bambini LGBTQ+

Arpan Tulsyan scrive: Non solo infrastrutture e rinnovamento dei processi, abbiamo bisogno anche di riforme nei programmi di studio e nella formazione degli insegnanti.

Bandiera dellLa comunità transgender è probabilmente la più emarginata in India, anche dal punto di vista educativo.

All'inizio di questo mese, parlando al conclave di Shiksha Parv, il primo ministro ha sottolineato la necessità di un'istruzione inclusiva ed equa. Nella stessa settimana, l'Alta Corte del Kerala ha attirato l'attenzione sui libri di testo di medicina che descrivevano le identità di genere non binarie come perversioni offensive e disturbi mentali. Ciò era continuato nonostante il Kerala fosse diventato il primo stato ad adottare una politica transgender sei anni fa. Una simile preoccupazione per la queerfobia nell'educazione medica è stata sollevata dal Madras HC all'inizio di quest'anno.

La comunità transgender è probabilmente la più emarginata in India, anche dal punto di vista educativo. Secondo il censimento del 2011, ci sono 4,8 milioni di persone transgender in India, con un tasso di alfabetizzazione di appena il 46%, rispetto al 74% della popolazione generale. Nel 2020, c'erano solo 19 candidati transgender tra i 18 lakh studenti che si presentavano per gli esami di classe 10. Uno studio della Commissione nazionale per i diritti umani nel 2017 ha rilevato che oltre i due terzi dei bambini transgender abbandonano la scuola prima di completare la classe 10 a Delhi e nell'Uttar Pradesh.

L'esperienza educativa dei bambini transgender che arrivano a scuola e di molti altri che non si conformano al binario di genere è caratterizzata da bullismo, etichettatura, rifiuto e umiliazione. Nel mio studio sulle scuole primarie, ho scoperto che la conformità di genere era imperativa sia per gli insegnanti che per i coetanei. Gli studenti potrebbero essere tirati su se mostrassero i minimi tratti della sessualità alternativa. Ad esempio, una ragazza della classe 5 è stata derisa da insegnanti e studenti per aver usato un fazzoletto che sembrava quello di un ragazzo. Gli insegnanti spesso interpretavano il comportamento atipico di genere come deviante e ricorrevano attivamente a tattiche di rinforzo negativo come identificarlo con dispiacere o addirittura ricorrere a punizioni per correggerlo. Una rinomata scuola di Calcutta che costringe 10 delle sue studentesse a scrivere una lettera di confessione in cui afferma che sono lesbica nel 2018 è un esempio calzante.



Un sondaggio dell'UNESCO nel 2018 in India ha rivelato che il 60% di coloro che si sono identificati come transgender ha riferito di aver subito molestie fisiche al liceo; Il 43% ha anche dichiarato di essere stato molestato sessualmente nelle scuole elementari. Solo il 18% ha segnalato episodi di abusi e molestie alle autorità scolastiche. Le conseguenze di tali atti di bullismo e intimidazioni sono state spesso gravi in ​​termini di salute mentale e risultati accademici. Questi includevano interazioni ridotte con i coetanei (73 percento), depressione e ansia (70 percento), diminuzione della concentrazione accademica (63 percento) e assenteismo scolastico (53 percento).

La National Education Policy 2020 riconosce i bambini transgender come svantaggiati dal punto di vista educativo e raccomanda di ampliare il loro accesso all'istruzione attraverso un Fondo per l'inclusione di genere. Tuttavia, la nota concettuale NEP e Shiksha Parv sull'educazione di classi inclusive non va oltre i trasferimenti di denaro condizionati, la distribuzione di biciclette, la fornitura di servizi igienici e servizi igienici e il contrasto delle barriere di accesso. L'accesso è solo il primo passo. Occorre inoltre prestare attenzione al miglioramento della consapevolezza e dell'accettabilità della comunità LGBTQ+ attraverso l'istruzione. La scuola deve diventare un luogo di contestazione delle idee omofobe, uno spazio in cui si vincono battaglie di accettazione e inclusione. L'India può imparare dalla Scozia, che è diventata il primo paese ad avere un curriculum scolastico inclusivo LGBTQ+ nel 2021.

Oltre al rinnovamento delle infrastrutture e dei processi, sono necessarie riforme nel curricolo e nella formazione degli insegnanti. Storie come Heather aveva due mamme o persone importanti che si identificavano come LGBTQ+ possono essere incluse nel curriculum. L'accento deve essere posto anche su un linguaggio inclusivo come usare il partner invece di marito/moglie o loro al posto di lui/lei. Gli insegnanti possono essere alleati che modellano un comportamento inclusivo e confermano che le scuole sono sicure, sostenendo luoghi per studenti LGBTQ+.

Anche la segnaletica per spazi sicuri nelle scuole, come i messaggi anti-stracciamento, può essere utile. Un'educazione sessuale completa deve supportare le giovani vite nell'esplorazione della sessualità piuttosto che considerare l'omosessualità come una malattia o un disturbo, con un apprendimento appropriato all'età per ridurre i comportamenti ad alto rischio. Attraverso le associazioni genitori-insegnanti e i comitati di gestione della scuola, si possono fare tentativi per trovare un sostegno agli studenti queer nelle famiglie e nelle comunità. Oltre all'inclusione e all'equità nell'accesso, l'integrazione di temi come l'identità, la diversità e la giustizia sociale è il bisogno più urgente della moderna classe indiana. Mentre tornano a scuola dopo più di un anno di pausa in un contesto di diffusa ansia e incertezza, dobbiamo a tutti i bambini indiani un ambiente migliore, più sicuro e affermativo nelle nostre scuole.

Questa colonna è apparsa per la prima volta nell'edizione cartacea il 25 settembre 2021 con il titolo 'Per un'aula arcobaleno'. Lo scrittore è un ricercatore indipendente