Astad Deboo ha assimilato molte forme per creare un nuovo linguaggio della danza contemporanea in India

Astad Deboo ha sfidato i tentativi di incasellare la sua pratica. Portando la danza oltre lo spazio del proscenio ed estendendo il vocabolario a molti altri, ha creato collaboratori per il suo lavoro.

astad deboo muore, astad deboo, whon is astad deboo, indianexpress.com, indianexpress, ballerino astad deboo legacy,Deboo ha sfidato i tentativi di incasellare la sua pratica. Portando la danza oltre lo spazio del proscenio ed estendendo il vocabolario a molti altri, ha creato collaboratori per il suo lavoro. (Foto Express di Vasant Prabhu)

Questo è un anno di necrologi. E adesso Anche Astad Deboo se n'è andato . Qualsiasi tentativo di scrivere la storia della danza contemporanea in India non avrà successo senza riconoscere il suo contributo. Ce ne sono stati alcuni prima di lui e molti verranno dopo, ma a Deboo verrà attribuito il merito di aver creato un distinto linguaggio della danza indiana contemporanea.

A questo punto, è forse degno di riflettere se dovrebbe esserci una storia separata per la danza contemporanea in India o dovrebbe essere integrata all'interno della più ampia storia della danza indiana? Potrebbero esserci opinioni diverse al riguardo, ma Deboo ha parlato liberamente delle sue influenze, creando così una pratica artistica trasparente. Lo dico con la consapevolezza che l'establishment classico rimane diffidente nei confronti del contemporaneo e le piattaforme per mostrare il lavoro di danza contemporanea continuano a languire nel paese. La pandemia in corso ha ulteriormente complicato le cose. Quando Deboo ha iniziato il suo viaggio come ballerino in India, ha dovuto affrontare sfide simili e la maggiore ostilità dell'establishment della danza classica che ha sfavorito le sue incursioni.

Formatosi nelle tradizioni di danza classica indiana di Kathak e Kathakali, la danza e la pratica coreografica di Deboo hanno mostrato in diversi modi un dialogo continuo tra la sua formazione e l'esposizione alla danza e alla teoria occidentali come Martha Graham, Pina Bausch, Alison Chase e varie tradizioni di danza indiane. Ha viaggiato per il mondo, ha appreso le tradizioni delle arti marziali tra le altre forme e si è reso conto presto nella sua vita che il suo stile incorporerà una miriade di influenze, un'assimilazione delle differenze per creare un nuovo linguaggio di danza in India. Secondo me, ha anche aiutato Deboo a creare uno stile minimalista e introspettivo.



Il dialogo con le altre tradizioni di danza indiana è di fondamentale importanza per un praticante che ha vissuto in un paese come l'India, dove le tradizioni classiche regnano ancora sovrane. Con le sue stesse parole, Deboo ha descritto la sua pratica come contemporanea nel vocabolario e tradizionale nei limiti. Questo elemento nella sua ricerca artistica rende Astad Deboo centrale nel discorso della danza indiana contemporanea. Non era un imitatore, imitava ciò che aveva imparato in Occidente, ma aveva creato uno stile che avrebbe potuto definire suo, mostrando una serie di influenze indiane fedeli al suo contesto. Non c'era disprezzo per le tradizioni classiche ma una risposta al classico e un tentativo di costruire sul suo vocabolario esistente.

Le sue collaborazioni con esponenti dhrupad, batteristi Manipuri Pung Cholom, bambini di Delhi, tra gli altri, mostrano una pratica ancorata al dialogo. Deboo ha sfidato i tentativi di incasellare la sua pratica. Portando la danza oltre lo spazio del proscenio ed estendendo il vocabolario a molti altri, ha creato collaboratori per il suo lavoro.

Nel 1967, ha assistito alla danza moderna americana come studente universitario a Mumbai e presto è partito per gli Stati Uniti per imparare ulteriormente. In un'intervista, Deboo mi ha detto che la ricerca è stata in gran parte solitaria. Lo disse in un fluente bangla, che ricordava dalla sua infanzia a Jamshedpur. Il suo lavoro è stato visto e riconosciuto in India, ma ottenere la prossima esibizione o borsa di studio non è mai stato facile, soprattutto perché era un ballerino contemporaneo. Si è anche lamentato del fatto che mentre incoraggiamo lo scambio culturale, i ballerini indiani non ricevono un trattamento caloroso in Occidente e i guru qui sono più accessibili di quanto non lo siano all'estero. Tuttavia, questo è un diverso tipo di relazione insegnante-studente, per così dire. Deboo non ha mai creato un'istituzione di danza né è diventato un insegnante di danza tradizionale. Ha tenuto seminari, guidato giovani praticanti, ma la parte del leone del suo tempo è stata dedicata alla creazione di nuovi lavori coreografici. In questi tentativi cerca costantemente nuovi collaboratori, aprendosi così nuove frontiere come artista e danza contemporanea in India. Non credo che volesse essere ricordato attraverso un'istituzione e una schiera di discepoli. Invece, forse desiderava essere conosciuto per il linguaggio della danza di cui era stato pioniere e che aveva osato essere diverso.

(Lo scrittore insegna studi letterari e culturali alla FLAME University, Pune)