Tutti grandine teixobactin

Dopo quasi 30 anni, la migliore notizia della scienza medica è la scoperta di un nuovo antibiotico.

Per un po' di tempo, lo spettro di un mondo postantibiotico è sembrato minaccioso e imminente a coloro che sono in prima linea nell'assistenza medica. Niente li rallegrerebbe di più, quindi, della scoperta della teixobactina da parte di scienziati in America questa settimana. Negli ultimi 30 e passa anni, gli insetti hanno avuto il sopravvento nella battaglia tra batteri potenzialmente letali e medicine. Nessun nuovo antibiotico è stato scoperto in questi tre decenni. Ma l'uso indiscriminato dei farmaci esistenti ha portato a una resistenza diffusa in molti batteri. Gli insetti si sono trasformati in superbatteri, mentre l'arsenale degli sterminatori di insetti è stato costantemente esaurito. Ciò vale per tutti i paesi, ma soprattutto per l'India, dove il trattamento della tubercolosi ha raggiunto livelli di crisi.

Gli antibiotici sono sostanze chimiche estratte dai batteri. Ci sono utili perché possono eliminare altri batteri. La maggior parte di esse si trova nella sostanza più comune: il suolo. Ma solo l'1% di questi può essere estratto e fare il viaggio dal terriccio al laboratorio e agli scaffali della farmacia. Teixobactin offre speranza per un paio di motivi: poiché lancia un attacco multicellulare sui batteri, potrebbe volerci del tempo prima che si sviluppi la resistenza. In secondo luogo, il team della Northeastern University di Boston ha trovato un metodo per coltivare antibiotici nel loro ambiente naturale. Hanno seppellito un chip, ciascuna delle sue cento camere infiltrate da batteri, nel loro cortile. È nata una profusione di microrganismi e le sostanze chimiche che producono sono state testate per le proprietà antibiotiche.

Uno strato di funghi che cresceva su una massa di batteri aveva portato Alexander Fleming alla scoperta della penicillina nel 1928. Anche nel suo discorso al Nobel, aveva messo in guardia contro la resistenza. Quel pericolo persiste, con il potenziale di riportare indietro la scienza medica di decenni, quando un taglio su un dito potrebbe essere una ferita mortale. Teixobactin o no, è un'apocalisse di salute pubblica che deve essere combattuta.