'30 for 30 'About Mark McGwire and Sammy Sosa's Home Run Battle 1998 in arrivo

The Last Dance ha catturato l'attenzione degli appassionati di sport in mezzo alla pandemia di COVID-19. Il documentario incentrato su Michael Jordan ha offerto loro l'opportunità di ricordare i Chicago Bulls degli anni '90 e lo ha fatto ispirato discussioni su eventuali serie di follow-up. Adesso ESPN ha rivelato che la battaglia di casa di Sammy Sosa e Mark McGwire del 1998 sarà al centro di un prossimo futuro 30 per 30.

Secondo un comunicato stampa , Long Gone Summer, diretto da AJ Schnack, debutterà domenica 14 giugno alle 21:00. ET. McGwire stava girando la testa con i cardinali di St. Louis mentre Sosa stava impressionando MLB fan con i Chicago Cubs. Le due stelle del baseball si correvano a vicenda per colpire 61 gare di casa in una sola stagione. Questo era un disco originariamente stabilito da Roger Maris nel 1961 ed entrambi i giocatori avevano tutte le intenzioni di infrangerlo nel 1998.

È stata una delle stagioni più memorabili e significative della storia del baseball. Nell'estate del 1998, Mark McGwire dei St. Louis Cardinals e Sammy Sosa dei Chicago Cubs intrapresero un inseguimento di uno dei dischi più sacri del gioco, accendendo la passione e l'immaginazione di fan e non-fan ovunque. Il dramma, l'eccitazione e i risultati sarebbero stati ricordati per generazioni. Se solo sapessimo, allora quanto sarebbero diventati complessi i nostri sentimenti al riguardo.



Alla fine, entrambi i giocatori hanno battuto il record di Maris. McGwire lo ha fatto contro Sosa's Cubs e ha concluso la sua stagione con 70. Sosa ha chiuso al secondo posto con 66. Tuttavia, questa gara è stata successivamente segnata da polemiche. Il 30 per 30 il documentario coprirà questa gara fornendo interviste approfondite sia a McGwire che a Sosa.

Questa battaglia a casa tra McGwire e Sosa ebbe luogo durante l'era degli steroidi nel baseball professionistico, ed entrambi i giocatori furono legati allo scandalo. La star di Cardinals in seguito ha rivelato nel 2010 di aver usato steroidi per tutta la sua carriera, compresa la stagione 1998. Anche se in seguito McGwire ha dichiarato di non credere che gli steroidi gli abbiano dato un potere extra per colpire le corse a casa.